Cappella di Sant’Antonio Abate (Località Tuoro di Tavola)

Cappella di Sant’Antonio Abate

(Località Tuoro di Tavola)

epigrafe-tuoroditavola

Tuoro di Tavola, Cappella di S. Antonio Abate. L’epigrafe in facciata

L’attuale struttura è il frutto di un inter­vento di ammodernamento dell’antica fabbrica, avvenuto tra il 1937 ed il 1938, con lo sfondamento della parete d’altare e la realizzazione della zona presbiteriale sfruttando le volumetrie di un piccolo corpo di fabbrica addos­sato alla cappella.

Le sue origini possono farsi risali­re almeno al secolo XVII: negli atti della Visita Pastorale di mons. Muzio de Rosis, Vescovo di Teano, effettuata il 3 giugno 1653, si attesta che la cap­pella era di juspatronato della famiglia Polito. Un’ulteriore testimonianza della sua esistenza nel secolo XVII è garan­tita anche dall’iscrizione «AN. D. / 1673», incisa sulla base della colonni­na in pietra calcarea che reggeva l’ac­quasantiera, trafugata pochi anni or sono.

Un rinnovamento della fabbrica avvenne già nell’anno giubilare 1750, al tempo del rettore D. Francesco Cappello, come si desume dall’epigra­fe posta sulla facciata, con la realizza­zione del piccolo avancorpo sull’in­gresso.

L’interno, ad aula unica, è privo di decorazioni, eccezion fatta per l’arco trionfale e per la volta del presbiterio, decorati con dipinti murali del secolo XX, raffiguranti racemi vegetali, schie­re angeliche e \’Agnus Dei in corri­spondenza dell’altare: quest’ultimo è sormontato da un tabernacolo marmo­reo contenente una statua ottocente­sca raffigurante il santo titolare della cappella.

Sulla sinistra dell’altare, entro una teca lignea, è conservata una statua, anch’essa del secolo XIX, raffigurante l’Assunta.

Alla sinistra del vestibolo, sormon­tato da una cantoria con parapetto ligneo, è un fonte battesimale, in pietra calcarea, ascrivibile al medesimo periodo dell’acquasantiera.

Il soffitto ligneo fu realizzato «a spe­se e divozione del Popolo ed in specie di Michele Miele» agli inizi del 1853.

fonte C.M.M.S.C

Comments

comments

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi